Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Palio dell'oca e la Sagra del Salame d'Oca di Mortara

Domenica 29 settembre 2019 torna l'appuntamento con il Palio dell'oca e la Sagra del Salame d'Oca di Mortara, in provincia di Pavia. Nel fine settimana, dal 27 al 29 settembre 2019, si tiene anche il Salone dell'Oca e dei Sapori.

Il Palio "Città di Mortara" si svolge dal 1970 l'ultima domenica di settembre, in concomitanza con la Sagra del salame d'oca di Mortara. E' preceduto da un corteo storico di ambientazione sforzesca, composto da oltre 400 figuranti.

Il salame d'oca IGP. Una favola, vera come la luce del sole. Quando sia iniziata, tanto e' lontano il tempo del "c'era una volta", di preciso non si sa. Ma vive, cresce e si arricchisce di nuovi capitoli ancora oggi. La raccontano le mani e l'ingegno di sapienti artigiani, la illustrano ingredienti sani e gustosi. La assapora chi sa riconoscere e apprezzare l'eccellenza.

Nel Salame d'Oca di Mortara, che dal 2005 si fregia del prestigioso marchio Igp (Indicazione Geografica Protetta), confluisce la storia di una terra, della sua gente e delle sue tradizioni. Addentarne una fetta significa portare al palato un universo culturale, fatto di identita' e amore per la buona tavola. Felice connubio di carni d'oca e di maiale, il prodotto principe della gastronomia mortarese ha in se' i cromosomi del mondo contadino. Nelle corti e nelle cascine erano le donne ad occuparsi dell'allevamento dei palmipedi, mentre gli uomini si occupavano dei suini.

Ecco spiegato perché il Salame d'Oca ha il gusto avvolgente di un festoso pranzo familiare, il profumo invitante dei campi in fiore. La sua inimitabile, inconfondibile ricetta e' tutelata dall'Unione Europea e segue fedelmente un rigoroso disciplinare di produzione.

Per confezionarlo vengono utilizzate oche nate e allevate in un ambito geografico circoscritto, animali che nel periodo di finissaggio devono essere alimentati esclusivamente con foraggi verdi e granaglie. L'impasto e' consistente e omogeneo; la pelle dell'oca, utilizzata quale involucro, al taglio deve rimanere ben aderente alla fetta. Meravigliosa alchimia di piacere, l'insaccato contiene parti magre dell'oca e parti grasse e magre del suino, in proporzioni variabili dal 30 al 35%. Un concerto di emozioni gustative capace di far gioire la gola.

20/09/2019

RLFrameworkMinisitiSearch

Azioni
Caricamento...