Latte lombardo

La Lombardia si conferma la regione regina del latte made in Italy, con una produzione che supera il 40% del totale nazionale arrivando ad assestarsi attorno al 43%, oltre 4 mila imprese collegate alla produzione e alla distribuzione specializzata su un totale nazionale di 41 mila (dati Camera di commercio sulle imprese).

Nell’ultimo anno tiene il settore a livello regionale (-0,8%) rispetto al dato italiano (-2,5%): in particolare, cresce a Bergamo (+5%), resta stabile a Brescia, Como e Milano. In forte aumento gli agenti del settore, oggi 297 in Lombardia (+30% in cinque anni) su quasi 2 mila in Italia (+23%). Prime per numero di imprese le province di Brescia  e Mantova, con oltre 800 attività, seguite da Sondrio con oltre 700, Cremona, Milano e Bergamo con quasi 500. 

Sono quasi 7 mila, invece, gli addetti operanti in Lombardia nei settori specializzati legati al latte su un totale nazionale di 55 mila: prime Mantova e Brescia con oltre mille, poi Sondrio e Milano con circa novecento, Cremona con oltre 800, Bergamo con circa 700.

Produzione per province
In Regione Lombardia, la produzione in tonnellate e la consegna del latte, divisa per provincia, è la seguente (dato clal.it relativo al mese di maggio 2018 per singola zona): Bergamo 37.271; Brescia 128.991; Como 3.708; Cremona 117.461; Lecco 2.383; Lodi 42.790; Mantova 88.695; Milano 28.268; Monza e della Brianza 1.243; Pavia 11.762; Sondrio 4.993; Varese 4.013

18/10/2018