Crema fresca di verdure...il gioco delle somiglianze!

Il gioco dei sapori è un elemento importante nello sviluppo di un programma laboratoriale in cucina. Una semplice ricetta ci aiuta a sperimentare insieme.

Ingredienti per 4 persone

400 g di pomodori maturi, 200 g di carote, 2 vasetti di yogurt greco, un cipollotto, basilico, olio extravergine, sale e pepe

Preparazione

Spunta le carote, grattale in superficie, lavale, asciugale e grattugiale a filetti (julienne)
Pulisci il cipollotto e taglialo a striscioline (un trucco: per non piangere, taglialo tenendolo immerso in acqua). Passa i pomodori al passaverdura. Tutti tranne uno.
Fai sgocciolare la passata ottenuta, poi mescolala con lo yogurt, olio, sale, pepe e metà della julienne di verdure.
Infine, servila guarnita con fettine di pomodoro (quello rimasto), basilico, un filo d'olio extravergine e il resto della julienne di verdure.

Attività: differenze e somiglianze

Lo yogurt è acidulo, il pomodoro anche: si somigliano. Le carote sono dolci, c’è un altro ingrediente dolce nella ricetta di questa crema? E ce n’è uno salato?

La combinazione dei sapori in una ricetta è un’alchimia che lascia spazio ad assonanze a contrasti, e la gradevolezza complessiva è sempre il frutto di un giusto equilibrio.

Puoi chiedere al bambino/alunno di suddividere gli ingredienti usati, in base al loro sapore prevalente (acido, dolce, salato, amaro…). Da qui, si può poi estendere la classificazione per sapore ad altri alimenti, formando il gruppo degli acidi, dei dolci, degli amari e dei salati.

La costruzione di carte colorate (un colore per ogni sapore fondamentale) sulle quali attaccare l’immagine dei corrispondenti alimenti, potrà essere l’occasione per inventare un’infinità di giochi.

22/12/2017