Le stagioni in tavola

Nella preparazione del cibo si cerca, nella maggior parte dei casi, di stare attenti alla qualità dei prodotti, cercando il più possibile di ottenerli freschi e possibilmente coltivati in modo biologico.

Però non sempre ci si chiede quali siano le verdure e la frutta tipiche della stagione in cui ci si trova!

Certo, in una cultura dove la coltivazione in serra e l’importazione permettono di comprare verdure prettamente estive in pieno inverno, la cosa diventa un po’ complicata e piano piano si è dimenticata l’esatta stagionalità dei prodotti dell’orto: si è scordato il ciclo stagionale degli alimenti.

Esistono dei validi motivi per recuperare questa dimenticanza e soprattutto per imparare che,  in un mondo dove anche la natura è disorientata, quali siano i periodi corretti per comprare le fragole o i cachi.

Ecco alcune buone ragioni per tenere presente la stagionalità:

Benefici nutrizionali: il prodotto locale e di stagione mantiene inalterate le proprie caratteristiche nutrizionali, soprattutto in termini di contenuto vitaminico, e gode certamente di un sapore più intenso.

Motivi di ordine ecologico: le verdure e la frutta importate provengono spesso dall’altro capo del mondo e viaggiano a lungo prima di arrivare nel nostro Paese (inquinamento atmosferico, spreco di energia)
Motivi economici: perché la frutta e la verdura locali e di stagione costano meno, permettono di risparmiare ai consumatori, e la loro produzione dà lavoro sul territorio

13/12/2017