Web Content Viewer (JSR 286) (default)

Azioni
Caricamento...

Un po' di storia

L’agricoltura biologica nasce agli inizi del secolo scorso, principalmente in nord Europa, da diversi movimenti culturali: in particolare il metodo Rush-Muller, in Svizzera, l’organic farming, nata in Inghilterra dalle teorie di Sir Howard e l'agricoltura biodinamica, comparsa in Germania su ispirazione di Rudolf Steiner.

Dopo un'iniziale difficoltà, dovuta soprattutto alla particolare situazione economica del dopoguerra, l'agricoltura biologica comincia a diffondersi negli anni '80 con l’emergere di temi quali la tutela ambientale, la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti agricoli.

Questo contesto favorevole si traduce, nel 1991, nell’adozione del regolamento (CEE) n. 2092 del 1991, che per la prima volta ha definito le condizioni da rispettare affinché un prodotto agricolo o alimentare possa dirsi “di produzione biologica”, collocandosi sul mercato dei prodotti di qualità in maniera credibile. 

A questa normativa si è aggiunto, nel 2007, il regolamento CE n. n. 834 del 2007 che ha rafforzato le norme del biologico, in particolare per quanto riguarda produzione, preparazione e distribuzione dei prodotti, etichettatura e pubblicità. Viene inoltre allargato il campo di applicazione della normativa biologica alla raccolta di vegetali selvatici, la coltivazione di alghe e le produzioni animali dell’acquacoltura.

04/12/2017